Integratori per dimagrire: starter pack

Gli integratori per dimagrire sono tanti, almeno a guardare la lista di quelli venduti per questo scopo. Nella realtà invece sono pochi, molto pochi, al limite dell’esistenza, motivo per il quale, sperare di dimagrire con gli integratori non ha senso. Di fatto ne esistono moltissimi e probabilmente gran parte di loro sono già stati provati con risultati pressoché nulli.

Quello che questo genere di integratori può fare, considerando che uno non vale l’altro e che almeno si debba utilizzare quelli giusti, è dare un piccolo aiuto durante un percorso per il dimagrimento quindi solo in presenza di un piano alimentare già avviato e duraturo. Perché dunque non funzionano? Semplice, perché gli ingredienti e le quantità sono spesso sbagliate e le aspettative troppo alte.

Vediamo ora tra la miriade di integratori dimagranti venduti quali tra questi possano davvero dare questo piccolo beneficio a discapito di tutti gli altri.

Le basi da cui partire

Ancora un minuto ma la questione deve essere ben chiara. Senza una base dietetica per dimagrire non c’è integratore che tenga. La perdita del grasso avverrà in presenza di una dieta, qualunque essa sia tra le diverse tipologie, ma ipocalorica e ben strutturata. In questo caso ha più senso utilizzare qualche integratore per dimagrire, così da potenziare nei limiti del possibile ciò che la stessa dieta già sta facendo, ma non il contrario. Nel caso in cui invece la dieta sia ipercalorica, tipica di una dieta per la massa, non ha senso utilizzare integratori dimagranti, ma piuttosto quelli che tendono a migliorare la sensibilità all’insulina che a sua volta tende a peggiorare all’aumentare della percentuale di grasso.

• Serve avere una dieta e mangiare, spesso poco, ma alle volte è necessario soffrire anche la fame
• Serve aver pazienza ed una dieta sostenibile
• Serve non credere che una pillola possa farci avere il corpo desiderato

Senza tenere a mente ed applicare queste basi sono inutili ogni escamotage o tentativo di trovare la strada più breve in pillole.

Tuttavia ci sono integratori che possono ottimizzare il lavoro e dare un piccolo aiuto, nonostante sia marginale rispetto al complessivo, nella lotta alla perdita del grasso in eccesso.

Caffeina

La caffeina, questo famoso alcaloide che si trova principalmente nel caffè (una tazzina di caffè della moka contiene circa 80 mg di caffeina, mentre l’espresso circa 50 mg) è anche il più potente e altamente studiato bruciagrassi che ancora non è stato vietato dal commercio.

Oltre a stimolare la produzione di catecolamine, la caffeina agisce su altri due fronti:

Inibisce l’enzima fosfodierasi che converte il cAMP nella forma ciclica AMP 1: in questo modo la sua concentrazione intracellulare è aumentata e di conseguenza aumenta la vasodilatazione periferica e la contrattilità del cuore insieme a quella della muscolatura liscia (2, 3, 4). Inoltre blocca inoltre l’adenosina la quale interviene nella conversione dell’ATP in ADP , sul ritmo sonno-veglia e sulla percezione del dolore.

In questo studio è stato visto come l’aggiunta di caffeina prima e dopo l’allenamento aumentasse il dispendio energetico del pasto post allenamento a discapito dei grassi. Questo è un dato favorevole perché consente di aumentare il deficit (fondamentale per dimagrire) pur senza agire direttamente sulla dieta.

Dose: almeno 200 mg

NOTA BENE: è importante ricordare che la caffeina ha una potente azione stimolante sul sistema nervoso centrale, sul rilascio di catecolamine, sulla sintesi degli acidi nello stomaco e sull’apparato cardio vascolare. Nonostante possa essere utile contro l’emicrania un suo consumo eccessivo può portare a tremori, agitazione e nausea.

Non superare i 400-600 mg al giorno ed effettuare periodi di scarico di un mese per uscire dalla tolleranza.

Tè verde

Se la caffeina fa il suo lavoro se utilizzata insieme alle catechine (la principale è la EGCG) del tè verde può farlo ancora meglio. E’ stato visto (qua) come combinando le due sostanze la spesa energetica venga ulteriormente aumentata rispetto all’assunzione delle singole sostanze.

Il tè verde ha diverse funzioni (anche anti-tensive) che toccano molti organi del corpo umano come cuore, cervello, fegato e vasi sanguigni. Tramite l’inibizione di enzimi quali MAO e COMPT 56 che metabolizzano le catecolamine aumenta l’ossidazione degli acidi grassi. Aumenta inoltre l’espressione dei GLUT (trasportatori del glucosio negli organi) 7 che unito all’inibizione dell’enzima tirosin-kinasi aiuta le persone con resistenza all’insulina o diabetiche a gestire la glicemia. Una tazza di tè verde contiene circa 50 mg di catechine.

Dose: 500 mg di EGCG

Conclusioni

Per perdere grasso, peso ed in generale dimagrire è necessario seguire una dieta ben strutturata ed un allenamento costante. Prima di spendere soldi inutilmente in fat burner o termogenici che costano un occhio della testa è molto più saggio e proficuo utilizzare della caffeina e del tè verde per formare un mini-stack che contiene l’essenziale per questo obiettivo:

Caffeina: 200mg
EGCG: 500 mg

Non c’è da aspettarsi miracoli sicuramente, ma almeno, qualora qualcuno decida di utilizzare degli integratori per dimagrire sarà sicuro di scegliere qualcosa che ha delle basi fondate.

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 voti, media: 3,33 di 5)
Loading...

Post Correlati:

© 2017 Bodybuilding-natural.com | P.iva IT 02240410502