L’allenamento a corpo libero con Erik Neri

L’allenamento a corpo libero è un genere di allenamento che sfrutta il proprio corpo per allenarsi, senza l’ausilio della palestra. Può essere praticato semplicemente al parco o per strada, in presenza di una sbarra o solo svolgendo dei piegamenti a terra. Allenarsi, non è solo fare un programma di trazioni alla sbarra all’aperto e cambiare le prese. Allo stesso modo non è fare le dip fra due sbarre a presa larga o stretta. Qua parliamo ben altro, qua si parla di allenamento calisthenics vero e proprio della differenza con i pesi, e ciò che ci sta dietro. Oggi parliamo con Erik Neri e del suo modo di allenarsi.

Ciao Erik e grazie per la possibilità che ci hai concesso

Cominciamo Erik con una domanda che ogni tanto compare in giro e che avrai sentito centinaia di volte

 

Pesi vs Calisthenics : quale delle due strade consiglieresti a chi vuol tirar su un po di muscoli?

Ciao a tutti, e grazie a voi per questa intervista J! Per quanto riguarda la prima domanda, la risposta è dipende: se si vuole diventare un freak del bodybuilding, i pesi sono indispensabili. Se invece l’interesse è verso un fisico più “da spiaggia”, penso che a corpo libero si possa ottenere molto. Nei raduni di calisthenics vedo gente mooooolto più in forma rispetto a quando entro in qualunque palestra di città, questo perché ci si focalizza di più su esercizi multi articolari e ci si allena mediamente di più. Anche perché, soprattutto con la bella stagione, mentre andare in palestra è davvero un sacrificio, allenarsi all’aperto rappresenta un grande divertimento, e penso sia anche questa la forza del calisthenics: fare evoluzioni alla sbarra è più divertente che passare anni a fare curl di bicipiti, quindi la gente che magari in palestra si allena in maniera svogliata e non ottiene risultati, a corpo libero può ottenere molto di più sia a livello fisico che a livello atletico. In ogni caso, consiglio di praticare calisthenics sono se ci sono anche velleità sportive, oltre che estetiche. Se uno vuole allenarsi a corpo libero solo ed esclusivamente perché pensa di arrivare ad un determinato ideale estetico prima che in palestra, sbaglia enormemente.

Quali sono i consigli che daresti a chi si vuole approcciare per la prima volta a questa disciplina?

Avere calma e pazienza, soprattutto se si è autodidatti. Il fatto che sia una disciplina “libera”, non vuol dire che si possa fare tutto a caso, anzi. E’ una disciplina molto tecnica, bisogna prestare attenzione alla mobilità e rispettare il condizionamento articolare nei vari passaggi. Per questo se non si è seguiti da qualche esperto è facile farsi male. Quindi sicuramente non bruciare le tappe è il consiglio più spassionato che mi sento di dare ai neofiti

Quali gli obbiettivi a breve termine dovrebbe prefiggersi?

Diventare forti negli esercizi base, trazioni dip e piegamenti, e lavorare sulla mobilità

Quali sono i tricks piu facilmente raggiungibili e quali invece quelli più difficili?

A livello di difficoltà, tralasciando tutti i discorsi specifici per ogni persona di articolarità e condizionamento, sicuramente quelli che si raggiungeranno per primi sono il back lever e la bandiera. Le varie camminate in bandiera che spopolano nei talent show sono una delle prime cose che si riescono ad imparare. La planche, tra quelle più famose, è in assoluto la più difficile: potete stare 30” in bandiera senza avere una adv.tuck planche solida, per capire la differenza tra i due esercizi.

Spesso che pratica la calistenia viene accusato di essere un fenicottero. Posto che si è liberi di esserlo (e non c’è motivo di giudicare se anche fosse) “voi” le allenate le gambe? se si, come?

E’ inutile girarci attorno, senza squat pesanti ottenere un alto livello di ipertrofia negli arti inferiori è difficile. Sicuramente per chi lo fa per estetica, è il nodo più cruciale da sciogliere. In ogni caso, se fatti con costanza e con alto volume, pistol squat, balzi, ripetute e bicicletta, possono donare delle gambe dignitose.

Quanto la pratica della calistenia può trasferirsi nel mondo dei pesi?

Mah non penso che il calisthenics possa dare molto transfert. Sicuramente se ci si ammazza di piegamenti in verticale e planche push ups, quando si va a fare la panca si è molto forti (io 120kg di panca a 70 di peso di massimale, per dire), ma gli stessi risultati si otterrebbero mooooolto prima concentrandosi sui bilancieri.

Quali sono gli esercizi che piu ti hanno fatto notare lo sviluppo muscolo di certi distretti?

Vista la moltitudine di esercizi di trazione, rispetto agli anni in palestra mi sono esplosi dorsali e avambracci!

Se hai mai fatto esercizi con manubri e bilancieri, a distanza di tempo, hai notato un trasfert di forza sui primi causati dalla tua attività?

Come detto, nella panca molto, e nella military press moltissimo, ma come già detto, non è la via migliore per diventare forti con manubri e bilancieri. Sicuramente farete bella figura sulla lat machine.

Fusion_arrow_smallAnche tu vuoi ottenere il massimo da dieta, allenamento e integratori? Allora scopri The Body Solution: la Soluzione definitiva per Nutrire, Allenare e Integrare il tuo corpo.

14349177_1345069528838307_137852757_n

Grazie ad Erik Neri per l’intervista, a risentirci!

ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Non votato ancora)
Loading...

Post Correlati:

© 2017 Bodybuilding-natural.com | P.iva IT 02240410502